#italiangrapeale Instagram Photos & Videos

italiangrapeale - 2k posts

    Cosa lega queste tre birre, che partono da una ricetta che interpreta rispettivamente lo stile Barley Wine, Double Blanche e Scotch Strong Ale? “Semplicemente” l’aggiunta (in fermentazione) del mosto cotto di uve Nasco, antico vitigno autoctono sardo. L’uso del mosto di quest’uva, declinato in modo diverso, regala prodotti completamente differenti, ma uniti da un’anima inconfondibile, che li rende unici! Aprì le “danze” nel 2008 la BB Evò e a seguire le altre due...
Siamo felici di notare che sempre più cantine del cagliaritano nell’ultimo decennio producono un vino Nasco vinificato in secco, puntando tutto sulla ricchezza di questa meravigliosa uva, che rischiava l’estinzione. 
Cheers! 🍻🍻🍻

    Cosa lega queste tre birre, che partono da una ricetta che interpreta rispettivamente lo stile Barley Wine, Double Blanche e Scotch Strong Ale? “Semplicemente” l’aggiunta (in fermentazione) del mosto cotto di uve Nasco, antico vitigno autoctono sardo. L’uso del mosto di quest’uva, declinato in modo diverso, regala prodotti completamente differenti, ma uniti da un’anima inconfondibile, che li rende unici! Aprì le “danze” nel 2008 la BB Evò e a seguire le altre due...
    Siamo felici di notare che sempre più cantine del cagliaritano nell’ultimo decennio producono un vino Nasco vinificato in secco, puntando tutto sulla ricchezza di questa meravigliosa uva, che rischiava l’estinzione.
    Cheers! 🍻🍻🍻

    90 1 7 hours ago
    Il mese del #pride è finito, anche se le parate continuano e continueranno almeno fino a fine luglio. È stato un mese di euforia e consapevolezza, come ogni anno. 
Il 28 giugno usciva il primo post del blog: non è una data casuale, tutt’altro.
Facciamo un salto temporale a 50 anni fa. Siamo a NYC. Una bottiglia scagliata da Sylvia Rivera contro la polizia, durante l’ennesima violenta irruzione allo Stonewall Inn, dette inizio alle lotte per i nostri diritti.
C’è chi dice un tacco, chi dice una bottiglia. A me ovviamente piace credere che fosse una bottiglia: deformazione professionale – anche se, in ogni caso, sicuramente non si trattava di una bottiglia di vino.
È tutta una roba simbolica.
Una bottiglia volante ha cambiato il nostro mondo: il nostro modo di vedere il mondo, vivere il mondo, essere riconosciuti per quello che siamo, nel mondo. Essere riconosciuti, accettati, ascoltati, capiti, dotati di diritti.
Grazie a quella bottiglia volante io oggi posso avere uno spazio virtuale per parlare della mia grande passione, il vino, sotto una lente arcobaleno. Una volta al mese posso scrivere di vino e buttarci dentro di tutto: calcio, birra, serie tv, libri, cibo, gossip, letteratura, arte. Posso chiamarlo @queer_wine. Posso definirlo un blog enogaystronomico.
Dopo 50 anni possiamo gridare al mondo chi siamo o, più in generale, quello che cazzo ci pare. È una cosa da non dare per scontato, mai. Non dobbiamo mai dimentare da dove siamo partiti.
Grazie a tutti quelli che hanno lottato, lottano, lotteranno. Grazie Sylvia Rivera 🖤
.
Questo è Queerwine e una volta al mese vi regalerà pillole enoiche sotto una lente arcobaleno 🌈🍷✍🏻

    Il mese del #pride è finito, anche se le parate continuano e continueranno almeno fino a fine luglio. È stato un mese di euforia e consapevolezza, come ogni anno.
    Il 28 giugno usciva il primo post del blog: non è una data casuale, tutt’altro.
    Facciamo un salto temporale a 50 anni fa. Siamo a NYC. Una bottiglia scagliata da Sylvia Rivera contro la polizia, durante l’ennesima violenta irruzione allo Stonewall Inn, dette inizio alle lotte per i nostri diritti.
    C’è chi dice un tacco, chi dice una bottiglia. A me ovviamente piace credere che fosse una bottiglia: deformazione professionale – anche se, in ogni caso, sicuramente non si trattava di una bottiglia di vino.
    È tutta una roba simbolica.
    Una bottiglia volante ha cambiato il nostro mondo: il nostro modo di vedere il mondo, vivere il mondo, essere riconosciuti per quello che siamo, nel mondo. Essere riconosciuti, accettati, ascoltati, capiti, dotati di diritti.
    Grazie a quella bottiglia volante io oggi posso avere uno spazio virtuale per parlare della mia grande passione, il vino, sotto una lente arcobaleno. Una volta al mese posso scrivere di vino e buttarci dentro di tutto: calcio, birra, serie tv, libri, cibo, gossip, letteratura, arte. Posso chiamarlo @queer_wine . Posso definirlo un blog enogaystronomico.
    Dopo 50 anni possiamo gridare al mondo chi siamo o, più in generale, quello che cazzo ci pare. È una cosa da non dare per scontato, mai. Non dobbiamo mai dimentare da dove siamo partiti.
    Grazie a tutti quelli che hanno lottato, lottano, lotteranno. Grazie Sylvia Rivera 🖤
    .
    Questo è Queerwine e una volta al mese vi regalerà pillole enoiche sotto una lente arcobaleno 🌈🍷✍🏻

    24 1 12 July, 2019
    Creata per celebrare il decimo anno di attività del Barley, nel 2016, da allora viene prodotto un solo lotto all’anno di questa ricchissima I. G. A. su base “Scotch Strong Ale”, al mosto cotto di uve Nasco. 
Dopo una permanenza di oltre 2 mesi nel tank d’acciaio (tra fermentazione e maturazione)e 4 settimane di rifermentazione in bottiglia, riposa in cella fresca per affinarsi ancora qualche mese, in attesa della sua prossima uscita a fine luglio.
Cheers! 🍻🍻🍻

    Creata per celebrare il decimo anno di attività del Barley, nel 2016, da allora viene prodotto un solo lotto all’anno di questa ricchissima I. G. A. su base “Scotch Strong Ale”, al mosto cotto di uve Nasco.
    Dopo una permanenza di oltre 2 mesi nel tank d’acciaio (tra fermentazione e maturazione)e 4 settimane di rifermentazione in bottiglia, riposa in cella fresca per affinarsi ancora qualche mese, in attesa della sua prossima uscita a fine luglio.
    Cheers! 🍻🍻🍻

    96 4 12 July, 2019
    #NabeerBeerSpritz 
Il primo BeerSpritz artigianale in Campania!!! Per voi abbiamo scelto solo il meglio, #Amaranta la prima classificata nella categoria Sud ed Isole. Una American IPA dal sapore bilanciato e corpo perfetto. 
Mo beer tù che vuó fà !!! #beviartigianalenonfartidelmale

    #NabeerBeerSpritz
    Il primo BeerSpritz artigianale in Campania!!! Per voi abbiamo scelto solo il meglio, #Amaranta la prima classificata nella categoria Sud ed Isole. Una American IPA dal sapore bilanciato e corpo perfetto.
    Mo beer tù che vuó fà !!! #beviartigianalenonfartidelmale

    27 2 11 July, 2019
    Italien ist bei den meisten Leute eher für gute Weine bekannt. Aber die Insider wissen, dass aus dem landschaftlich schönen Land auch unglaublich gute Biere kommen. Besonders spontan fermentierte, fassgelagerte und Sauerbiere findet man in Italien in hoher Qualität. Einer der spannendsten und besten Brauereien für diese Biere ist @cadelbrado aus der Nähe von Bologna.
.
Italy is known by most people for its good wines. But insiders know that the beautiful country also produces incredibly good beers. Especially spontaneously fermented, barrel agedd and sour beers can be found in Italy in high quality. One of the most exciting and best breweries for those beers is Cantina Brassicola Ca’ del Brado near Bologna.
.
Nessun Dorma - Saison aged for about 5–8 months in tonneaux and barriques with brettanomyces and bacteria (lactobaccillus and pediococcus) .
Invernomuto - Wild Farmhouse Ale: blend of barrel aged Brett Ale Piè Veloce Brux and Saison Nessun Dorma
.
Û baccabianca - Italian Grape ale spontaneously fermented with Grechetto Gentile grapes ("Pignoletto") of Gradizzolo (biodynamic winemaker from Monteveglio) and barrel aged for 6 months with Brettanomyces Lambicus
.
Û baccarossa - Italian Grape Ale spontaneously fermented with Centesimino grapes of Ancarani (natural winemaker from Oriolo dei Fichi) and barrel aged for 7 months
.
Zena - Wild Gose aged in tonneau with lactobacilli and brettanomyces from 6 to 8 months and spiced with coriander and Cervia salt
.
Cuvée de Pesga - Sour ale with peaches added (local yellow nectarines). 100% fermented by Brettanomyces Lambicus and aged in oak barrels with a house mix of bacteria
.
Oude Luiaard - Blend between our wild farmhouse ale INVERNOMUTO and the Lambic (18 months old) of @oudbeersel
.
.
.
#cadelbrado #bologna #wildales #sourale #gose #italiangrapeale #beer #beerstore #craftbeerstore #beershop #instabeer #beerstagram #craftbeer #craftbeerporn #craftbeershop #bier #beertography #beerporn #beyondbeer #beerpics #beerhamburg #onlinestore #onlineshop #beeronline #craftbeeronlineshop #drinkcraft #drinkresponsibly

    Italien ist bei den meisten Leute eher für gute Weine bekannt. Aber die Insider wissen, dass aus dem landschaftlich schönen Land auch unglaublich gute Biere kommen. Besonders spontan fermentierte, fassgelagerte und Sauerbiere findet man in Italien in hoher Qualität. Einer der spannendsten und besten Brauereien für diese Biere ist @cadelbrado aus der Nähe von Bologna.
    .
    Italy is known by most people for its good wines. But insiders know that the beautiful country also produces incredibly good beers. Especially spontaneously fermented, barrel agedd and sour beers can be found in Italy in high quality. One of the most exciting and best breweries for those beers is Cantina Brassicola Ca’ del Brado near Bologna.
    .
    Nessun Dorma - Saison aged for about 5–8 months in tonneaux and barriques with brettanomyces and bacteria (lactobaccillus and pediococcus) .
    Invernomuto - Wild Farmhouse Ale: blend of barrel aged Brett Ale Piè Veloce Brux and Saison Nessun Dorma
    .
    Û baccabianca - Italian Grape ale spontaneously fermented with Grechetto Gentile grapes ("Pignoletto") of Gradizzolo (biodynamic winemaker from Monteveglio) and barrel aged for 6 months with Brettanomyces Lambicus
    .
    Û baccarossa - Italian Grape Ale spontaneously fermented with Centesimino grapes of Ancarani (natural winemaker from Oriolo dei Fichi) and barrel aged for 7 months
    .
    Zena - Wild Gose aged in tonneau with lactobacilli and brettanomyces from 6 to 8 months and spiced with coriander and Cervia salt
    .
    Cuvée de Pesga - Sour ale with peaches added (local yellow nectarines). 100% fermented by Brettanomyces Lambicus and aged in oak barrels with a house mix of bacteria
    .
    Oude Luiaard - Blend between our wild farmhouse ale INVERNOMUTO and the Lambic (18 months old) of @oudbeersel
    .
    .
    .
    #cadelbrado #bologna #wildales #sourale #gose #italiangrapeale #beer #beerstore #craftbeerstore #beershop #instabeer #beerstagram #craftbeer #craftbeerporn #craftbeershop #bier #beertography #beerporn #beyondbeer #beerpics #beerhamburg #onlinestore #onlineshop #beeronline #craftbeeronlineshop #drinkcraft #drinkresponsibly

    82 5 9 July, 2019
    Con 43ºC fuori e 32ºC dentro il birrificio, se proprio si deve soffrire, facciamolo con stile. 
E la BB6, I.G.A. al mosto fresco da uve bianche aromatiche (Malvasia), appena uscita è un trionfo di frutta fresca, eleganza e ricchezza...fino all’ultimo sorso!
Cheers! 🍻🍻🍻

    Con 43ºC fuori e 32ºC dentro il birrificio, se proprio si deve soffrire, facciamolo con stile.
    E la BB6, I.G.A. al mosto fresco da uve bianche aromatiche (Malvasia), appena uscita è un trionfo di frutta fresca, eleganza e ricchezza...fino all’ultimo sorso!
    Cheers! 🍻🍻🍻

    101 5 8 July, 2019
    La parola del post è ​“ponte​“, come ponte è il legame tra birra e vino nel post We don’t drink beer🍺 su Queerwine, dedicato alle IGA (Italian Grape Ale): questa bevanda ibrida, frutto di una geniale intuizione, ha fornito una possibile risoluzione alla sempiterna, insensata competizione tra birra e vino. O almeno, ha fornito una risoluzione agli occhi di quei bevitori che possono dirsi più aperti e meno tradizionalisti. Cosa ci rimane di questa bevanda ibrida, a parte un ottimo retrogusto, quando abbiamo finito di berla? A me ha lasciato pensieri. Ovvietà. Riflessioni su cose talmente ovvie che ancora oggi fatichiamo a mettere in pratica nel quotidiano: la risoluzione del conflitto sta nel venirsi incontro. Nel gettare le basi per un dialogo, mattoncino dopo mattoncino, per scavalcare un fiume di differenze che può sembrare insormontabile o troppo impetuoso da guadare.
Come il mosto che si getta nella birra per non doversi più odiare, o guardare con diffidenza, imparare a specchiarsi nell’altro e scoprire lati di sé che non avremmo potuto assaporare altrimenti.
La parola del post è ponte e la birra nella foto successiva è Û baccabianca, di Ca’ del Brado. Û vuol dire “uva” in dialetto bolognese. Tradizione e innovazione. A Ca’ del Brado si definiscono “produttori di birre selvagge” e non posso che trovarmi d’accordo: provare per credere.
Se volete sapere qualcosa di più sulle IGA, trovate il link al post sul blog in bio ☝🏻 .
Seguite l’arcobaleno 🌈🍷❤️

    La parola del post è ​“ponte​“, come ponte è il legame tra birra e vino nel post We don’t drink beer🍺 su Queerwine, dedicato alle IGA (Italian Grape Ale): questa bevanda ibrida, frutto di una geniale intuizione, ha fornito una possibile risoluzione alla sempiterna, insensata competizione tra birra e vino. O almeno, ha fornito una risoluzione agli occhi di quei bevitori che possono dirsi più aperti e meno tradizionalisti. Cosa ci rimane di questa bevanda ibrida, a parte un ottimo retrogusto, quando abbiamo finito di berla? A me ha lasciato pensieri. Ovvietà. Riflessioni su cose talmente ovvie che ancora oggi fatichiamo a mettere in pratica nel quotidiano: la risoluzione del conflitto sta nel venirsi incontro. Nel gettare le basi per un dialogo, mattoncino dopo mattoncino, per scavalcare un fiume di differenze che può sembrare insormontabile o troppo impetuoso da guadare.
    Come il mosto che si getta nella birra per non doversi più odiare, o guardare con diffidenza, imparare a specchiarsi nell’altro e scoprire lati di sé che non avremmo potuto assaporare altrimenti.
    La parola del post è ponte e la birra nella foto successiva è Û baccabianca, di Ca’ del Brado. Û vuol dire “uva” in dialetto bolognese. Tradizione e innovazione. A Ca’ del Brado si definiscono “produttori di birre selvagge” e non posso che trovarmi d’accordo: provare per credere.
    Se volete sapere qualcosa di più sulle IGA, trovate il link al post sul blog in bio ☝🏻 .
    Seguite l’arcobaleno 🌈🍷❤️

    18 1 5 July, 2019
    🍇Cerveceria Euthòpia & Viñas del Nanty Fall. 
Colocamos en barrica nuestra primer Italian Grape Ale, cocinada por un italiano... tiene sentido ☺️.
. “[...] tomemos por una vez en serio la sencilla pregunta sobre qué es lo que dice el nombre «técnica». La palabra procede de la lengua griega. Technikonquiere decir algo que es de tal modo que pertenece a la téchne. En vistas al significado de esta palabra tenemos que prestar atención a dos cosas. En primer lugar téchne no sólo es nombre para el hacer y el saber hacer del obrero manual sino también para el arte, en el sentido elevado, y para las bellas artes. La téchne pertenece al traer-ahí-delante, a la póiesis; es algo poiético.” Heidegger.
🙌🙌🙌🙌
Gracias @vinasdelnantyfall por tanta generosidad y al universo por darnos la posibilidad de desarrollar nuestra técnica. Porque así es como lo sentimos. La cocina es sin duda un arte.
💪♥️🍺
#italiangrapeale #cervezaartesanal #craftbeer #beer #instabeer #craftnotcrap #thecne #trevelin #esquel #sellochubut #chubut #patagonia #vino #vinoycerveza

    🍇Cerveceria Euthòpia & Viñas del Nanty Fall.
    Colocamos en barrica nuestra primer Italian Grape Ale, cocinada por un italiano... tiene sentido ☺️.
    . “[...] tomemos por una vez en serio la sencilla pregunta sobre qué es lo que dice el nombre «técnica». La palabra procede de la lengua griega. Technikonquiere decir algo que es de tal modo que pertenece a la téchne. En vistas al significado de esta palabra tenemos que prestar atención a dos cosas. En primer lugar téchne no sólo es nombre para el hacer y el saber hacer del obrero manual sino también para el arte, en el sentido elevado, y para las bellas artes. La téchne pertenece al traer-ahí-delante, a la póiesis; es algo poiético.” Heidegger.
    🙌🙌🙌🙌
    Gracias @vinasdelnantyfall por tanta generosidad y al universo por darnos la posibilidad de desarrollar nuestra técnica. Porque así es como lo sentimos. La cocina es sin duda un arte.
    💪♥️🍺
    #italiangrapeale #cervezaartesanal #craftbeer #beer #instabeer #craftnotcrap #thecne #trevelin #esquel #sellochubut #chubut #patagonia #vino #vinoycerveza

    55 1 28 June, 2019
    Malmadura 2017 Amphora edition - Klanbarrique
🇮🇹🍻
After a bery busy weekend I’m back at home tired, but full of inspiration😍! I’ve spent great 👍🏻 days at Robe da Chiodi festival 🎉 chatting with other brewers, with people I call “Masters” 🙏🏻, learning and chatting about beer, different procedures and ingredients. It was very formative 🤓and enjoyable for me! In this photo you can see 2 magnum bottles of an Italian grape ale 3,5% abv made with underripe green grapes 🍇 added with the stalks as well. The beer is aged in amphora🏺 and is incredibly good, we enjoyed the magnum size😝 but exist also the normal one! 🍻🍻🍻🍻Cheers🍻🍻🍻🍻

    Malmadura 2017 Amphora edition - Klanbarrique
    🇮🇹🍻
    After a bery busy weekend I’m back at home tired, but full of inspiration😍! I’ve spent great 👍🏻 days at Robe da Chiodi festival 🎉 chatting with other brewers, with people I call “Masters” 🙏🏻, learning and chatting about beer, different procedures and ingredients. It was very formative 🤓and enjoyable for me! In this photo you can see 2 magnum bottles of an Italian grape ale 3,5% abv made with underripe green grapes 🍇 added with the stalks as well. The beer is aged in amphora🏺 and is incredibly good, we enjoyed the magnum size😝 but exist also the normal one! 🍻🍻🍻🍻Cheers🍻🍻🍻🍻

    408 14 25 June, 2019
    Sieke & Ole, Italian Grape Ale 8% Brauerei Flügge Frankfurt am Main Hessen Germany.

Enjoyed this Sieke & Ole yesterday during a Barbecue in our backyard.
A beer to close in style cause for sure THE highlight this weekend was of course visiting "Carnivale Brettanomyces" last Saturday in Amsterdam. What a great festival with a amazing vibe! Loads of lectures, tastings and people to meet all over town. Of course everything in line of wild and experimental fermented beers.
Because there was to much to do Jörgen and I decided to stick to the events in the city center, so we started at one of the oldest tastingrooms of Amsterdam "Proeflokaal in de Wildeman" after that we went to de Bierkoning where Cantillon was poured by Jean himself and a tasting from the Italians Ca' del Brado poured there beers. Next up a visited to the BeerTemple around the corner with Yazoo, Fonta Flora and the Ale Apothecary and we closed the day at Foeders pub where owner Yuri Hegge created his own little Belgium in 'de Pijp' the place to visit if you want to find Geuzes and other good Belgian beers in Amsterdam.
I think I don't have to underline that we had a amazing day! ;)
Back to the beer, Flügge also joined the festival during the "German afternoon" at in de Wildeman, so a nice beer to close this weekend with.
Sieke and Ole is a hybrid of a Berliner Weisse and wein from Siegerrebe from Daniel Mattern's winery, this blend was than fermented with a Belgian yeast strain.
This delivers a more than interesting hybrid with sour vs sweet notes.
The beer got indeed a white wine-ish character a little sweet note like a Riesling, the sour note of the Berliner Weisse pushes the sweetness into balance and the Belgian yeast delivers a dry yeasty finish. 
A nice puzzle where all the pieces fall in their places.
Such a nice beer to sip away while grilling last night dinner in our backyard.
Great weekend, great beer!
4.25*
Cheers!

#beertest #craftbeerporn #craftbeernotcrapbeer #beernerd #beersofintagram #craftbeer #beereview #bier #beerstagram #beergeek #untappd #dutchbeergeeks #germancraftbeer #craftbeercommunity #pivo  #cervesaartesana #beersnob #ilovecraftbeer #bottleshare #italiangrapeale #flugge

    Sieke & Ole, Italian Grape Ale 8% Brauerei Flügge Frankfurt am Main Hessen Germany.

    Enjoyed this Sieke & Ole yesterday during a Barbecue in our backyard.
    A beer to close in style cause for sure THE highlight this weekend was of course visiting "Carnivale Brettanomyces" last Saturday in Amsterdam. What a great festival with a amazing vibe! Loads of lectures, tastings and people to meet all over town. Of course everything in line of wild and experimental fermented beers.
    Because there was to much to do Jörgen and I decided to stick to the events in the city center, so we started at one of the oldest tastingrooms of Amsterdam "Proeflokaal in de Wildeman" after that we went to de Bierkoning where Cantillon was poured by Jean himself and a tasting from the Italians Ca' del Brado poured there beers. Next up a visited to the BeerTemple around the corner with Yazoo, Fonta Flora and the Ale Apothecary and we closed the day at Foeders pub where owner Yuri Hegge created his own little Belgium in 'de Pijp' the place to visit if you want to find Geuzes and other good Belgian beers in Amsterdam.
    I think I don't have to underline that we had a amazing day! ;)
    Back to the beer, Flügge also joined the festival during the "German afternoon" at in de Wildeman, so a nice beer to close this weekend with.
    Sieke and Ole is a hybrid of a Berliner Weisse and wein from Siegerrebe from Daniel Mattern's winery, this blend was than fermented with a Belgian yeast strain.
    This delivers a more than interesting hybrid with sour vs sweet notes.
    The beer got indeed a white wine-ish character a little sweet note like a Riesling, the sour note of the Berliner Weisse pushes the sweetness into balance and the Belgian yeast delivers a dry yeasty finish. 
    A nice puzzle where all the pieces fall in their places.
    Such a nice beer to sip away while grilling last night dinner in our backyard.
    Great weekend, great beer!
    4.25*
    Cheers!

    #beertest #craftbeerporn #craftbeernotcrapbeer #beernerd #beersofintagram #craftbeer #beereview #bier #beerstagram #beergeek #untappd #dutchbeergeeks #germancraftbeer #craftbeercommunity #pivo #cervesaartesana #beersnob #ilovecraftbeer #bottleshare #italiangrapeale #flugge

    368 0 24 June, 2019
    Nuova arrivata in casa Mangiantini!!
La BB Red Nau è una Grape Ale realizzata con mosto fresco di uve Cannonau aromatiche.
Al palato si percepiscono nette pennellate di frutta rossa e uva fragola che anticipano una fresca acidità e una piacevole secchezza, capace di celare l'importante contenuto alcolico e di snellire la bevuta.
Venite a provarla!!
#birra #birraartigianale #italiangrapeale #birrificiobarley #SoleLuna

    Nuova arrivata in casa Mangiantini!!
    La BB Red Nau è una Grape Ale realizzata con mosto fresco di uve Cannonau aromatiche.
    Al palato si percepiscono nette pennellate di frutta rossa e uva fragola che anticipano una fresca acidità e una piacevole secchezza, capace di celare l'importante contenuto alcolico e di snellire la bevuta.
    Venite a provarla!!
    #birra #birraartigianale #italiangrapeale #birrificiobarley #SoleLuna

    31 0 24 June, 2019
    🇮🇹 Pizza, Spaghetti ed Italian Grape Ale
.
🍇 Quando entrate in un locale e chiedete una IGA o Italian Grape Ale stiamo parlando di uno stile birrario tipicamente italiano, molto particolare, caratterizzato dall’impiego di diverse varietà di uva. Non possiamo definirle con precisione, perché siamo in un campo estremamente innovativo. Si va dal colore biondo dorato all’ambrato scuro velato, e, ad essere importanti, sono gli aromi dell’uva utilizzata, che non deve essere invadente ma pur sempre presente.
.
🤩 Un esempio? La BB10 del birrificio Barley, o le IGA di Crak
.
🍺 CENNI STORICI E CURIOSITA: Parlare di cenni storici per uno stile recentissimo è praticamente impossibile. Ciò che ci rende orgogliosi è il fatto che dal 2015 il BJCP, organizzazione statunitense che promuove la diversità degli stili birrari mondiali, ci ha riconosciuto come fondatori di questo stile
.
🤩 CURIOSITA: Le IGA sono l’unico stile birrario inventato ufficialmente in Italia. Nicola Perra, del già citato birrificio Barley, è il pioniere di questo stile.
.
🧐 DETTAGLI TECNICI:
Il discorso si complica quando il BJCP cerca di darne una definizione: le varietà di uva in Italia sono tantissime e possono essere utilizzate come frutto, come mosto, come pigiato, aggiunto in bollitura, in fermentazione, in maturazione ecc. Questo testimonia il fermento, in tutti i sensi, del panorama italiano, imbrigliato non solo nella produzione di birra artigianale via via di maggior livello, ma di uno stile davvero innovativo e peculiare. D’altronde noi italiani non potevamo non mettere il “vino” da qualche parte!
.
🤩 Ora quando andrete in una birreria saprete cosa chiedere! Vi aspettiamo Lunedì prossimo per un nuovo appuntamento per parlare di un nuovo stile! Prosit!
.
.
.
.
.
#iga #birra #italiangrapeale #wine #wines #vino #birretta #beer #cerveza #bier #craftbeer #birraartigianale #birrificio #microbirrificio

    🇮🇹 Pizza, Spaghetti ed Italian Grape Ale
    .
    🍇 Quando entrate in un locale e chiedete una IGA o Italian Grape Ale stiamo parlando di uno stile birrario tipicamente italiano, molto particolare, caratterizzato dall’impiego di diverse varietà di uva. Non possiamo definirle con precisione, perché siamo in un campo estremamente innovativo. Si va dal colore biondo dorato all’ambrato scuro velato, e, ad essere importanti, sono gli aromi dell’uva utilizzata, che non deve essere invadente ma pur sempre presente.
    .
    🤩 Un esempio? La BB10 del birrificio Barley, o le IGA di Crak
    .
    🍺 CENNI STORICI E CURIOSITA: Parlare di cenni storici per uno stile recentissimo è praticamente impossibile. Ciò che ci rende orgogliosi è il fatto che dal 2015 il BJCP, organizzazione statunitense che promuove la diversità degli stili birrari mondiali, ci ha riconosciuto come fondatori di questo stile
    .
    🤩 CURIOSITA: Le IGA sono l’unico stile birrario inventato ufficialmente in Italia. Nicola Perra, del già citato birrificio Barley, è il pioniere di questo stile.
    .
    🧐 DETTAGLI TECNICI:
    Il discorso si complica quando il BJCP cerca di darne una definizione: le varietà di uva in Italia sono tantissime e possono essere utilizzate come frutto, come mosto, come pigiato, aggiunto in bollitura, in fermentazione, in maturazione ecc. Questo testimonia il fermento, in tutti i sensi, del panorama italiano, imbrigliato non solo nella produzione di birra artigianale via via di maggior livello, ma di uno stile davvero innovativo e peculiare. D’altronde noi italiani non potevamo non mettere il “vino” da qualche parte!
    .
    🤩 Ora quando andrete in una birreria saprete cosa chiedere! Vi aspettiamo Lunedì prossimo per un nuovo appuntamento per parlare di un nuovo stile! Prosit!
    .
    .
    .
    .
    .
    #iga #birra #italiangrapeale #wine #wines #vino #birretta #beer #cerveza #bier #craftbeer #birraartigianale #birrificio #microbirrificio

    81 4 24 June, 2019

Top #italiangrapeale posts

    Su La Repubblica di oggi un bell’articolo di 3 pagine, sull’unico “Italian Style” birrario. 
Tutto partì nel 2006 con la nostra BB10...e poi arrivarono tante “sorelle”. Il panorama italiano delle Italian Grape Ale offre ormai tante belle chicche birrarie. 
Avanti così! 🍻🍻🍻

    Su La Repubblica di oggi un bell’articolo di 3 pagine, sull’unico “Italian Style” birrario.
    Tutto partì nel 2006 con la nostra BB10...e poi arrivarono tante “sorelle”. Il panorama italiano delle Italian Grape Ale offre ormai tante belle chicche birrarie.
    Avanti così! 🍻🍻🍻

    287 7 4 May, 2019
    Baccusardus Beer nel formato da 37,5cl. 
Manca poco ormai...
Cheers! 🍻🍻🍻

    Baccusardus Beer nel formato da 37,5cl.
    Manca poco ormai...
    Cheers! 🍻🍻🍻

    188 8 30 April, 2019
    Per questo giorno di festa, linguine mantecate con crema di aglio, arricchite da cozze, crema di melanzane al forno e pomodorini confit.
BB Boom, Italian Grape Ale al mosto cotto da uve Vermentino, si sposa perfettamente con questo piatto che parla d’estate. 
Cheers! 🍻🍻🍻

    Per questo giorno di festa, linguine mantecate con crema di aglio, arricchite da cozze, crema di melanzane al forno e pomodorini confit.
    BB Boom, Italian Grape Ale al mosto cotto da uve Vermentino, si sposa perfettamente con questo piatto che parla d’estate.
    Cheers! 🍻🍻🍻

    242 7 25 April, 2019
    Con un po' di ritardo vi presentiamo Mira, prodotta con uve Trebbiano e Malvasia della cantina di vini naturali @Ribelà. La struttura della birra estremamente snella e scorrevole ricorda lo stile berliner weisse per via dell'utilizzo di malto pils e frumento non maltato prodotto localmente. La birra ha una piacevole acidità e mineralità che rendono la bevuta molto invitante. L' aroma  mediterraneo si esprime attraverso le note di Trebbiano e qui uno spaghetto alle vongole o una fritturina sono d'obbligo, se poi ci metti il mare davanti hai vinto te. 🥂 #italiangrapeale #ventofortebeers #naturalwines #wildyeast

    Con un po' di ritardo vi presentiamo Mira, prodotta con uve Trebbiano e Malvasia della cantina di vini naturali @Ribel à. La struttura della birra estremamente snella e scorrevole ricorda lo stile berliner weisse per via dell'utilizzo di malto pils e frumento non maltato prodotto localmente. La birra ha una piacevole acidità e mineralità che rendono la bevuta molto invitante. L' aroma mediterraneo si esprime attraverso le note di Trebbiano e qui uno spaghetto alle vongole o una fritturina sono d'obbligo, se poi ci metti il mare davanti hai vinto te. 🥂 #italiangrapeale #ventofortebeers #naturalwines #wildyeast

    203 2 21 March, 2019
    Torniamo ad esplorare le creazioni del Birrificio della Granda, questa volta con una Italian Grape Ale da 9.0%.
Si presenta di colore ambrato cupo, con una buona schiuma dalla notevole persistenza. 
Essendo una IGA è una birra che presenta uva o mosto d’uva nella sua produzione, in questo caso si tratta di mosto d’uva aromatica di vitigno moscato. 
A livello olfattivo predominano quindi le note acidule dell’uva, e certamente si avverte l’alcol, in maniera piacevole e coerente con lo stile.
Al palato presenta una vena acida e minerale che colpisce, anche grazie al corpo bello pieno. Il sapore vinoso, assoluto protagonista, lascia un po’ di spazio agli aromi dei luppoli, che si sposano perfettamente. La bevuta è calda, densa, impegnativa e non particolarmente scorrevole.
Si tratta quindi di una birra che non va sottovalutata e che funziona bene come protagonista di una serata con gli amici. Buona!

    Torniamo ad esplorare le creazioni del Birrificio della Granda, questa volta con una Italian Grape Ale da 9.0%.
    Si presenta di colore ambrato cupo, con una buona schiuma dalla notevole persistenza.
    Essendo una IGA è una birra che presenta uva o mosto d’uva nella sua produzione, in questo caso si tratta di mosto d’uva aromatica di vitigno moscato.
    A livello olfattivo predominano quindi le note acidule dell’uva, e certamente si avverte l’alcol, in maniera piacevole e coerente con lo stile.
    Al palato presenta una vena acida e minerale che colpisce, anche grazie al corpo bello pieno. Il sapore vinoso, assoluto protagonista, lascia un po’ di spazio agli aromi dei luppoli, che si sposano perfettamente. La bevuta è calda, densa, impegnativa e non particolarmente scorrevole.
    Si tratta quindi di una birra che non va sottovalutata e che funziona bene come protagonista di una serata con gli amici. Buona!

    251 9 14 May, 2019
    Fra due giorni (mercoledì 15 maggio), uscirà la nuova Baccusardus Beer: per la prima volta nel formato da 37,5 cl. 
Cheers! 🍻🍻😂

    Fra due giorni (mercoledì 15 maggio), uscirà la nuova Baccusardus Beer: per la prima volta nel formato da 37,5 cl.
    Cheers! 🍻🍻😂

    118 8 13 May, 2019
    Di seguito il menù del 2 marzo per chi ci è stato, chi non c'è stato e chi vorrà partecipare ai prossimi incontri con nuovi abbinamenti.

Crudo di argentino affumicato, cavolfiore, panna acida alle mandorle e limone - Ribelà bianco 2017

Plin di carciofo alla romana, prezzemolo e caciotta semistagionata - Pentima 2017

Pancia di maiale, carote, senape - confronto tra Iga di @ventofortebeers Mira e un primo esperimento del 2017

Gelato di ciambelline al vino - Saittole 2016 
Grazie a @lcbzzrr e i nostri complimenti per il bell'equilibrio di forma e sostanza dei piatti. Grazie a @roberto_muzi per la "spiega" e @imaginando.photo per le foto.

    Di seguito il menù del 2 marzo per chi ci è stato, chi non c'è stato e chi vorrà partecipare ai prossimi incontri con nuovi abbinamenti.

    Crudo di argentino affumicato, cavolfiore, panna acida alle mandorle e limone - Ribelà bianco 2017

    Plin di carciofo alla romana, prezzemolo e caciotta semistagionata - Pentima 2017

    Pancia di maiale, carote, senape - confronto tra Iga di @ventofortebeers Mira e un primo esperimento del 2017

    Gelato di ciambelline al vino - Saittole 2016
    Grazie a @lcbzzrr e i nostri complimenti per il bell'equilibrio di forma e sostanza dei piatti. Grazie a @roberto_muzi per la "spiega" e @imaginando.photo per le foto.

    143 4 5 March, 2019