#anticagrecia Instagram Photos & Videos

anticagrecia - 8.8k posts

Advertisements

Advertisements

Advertisements

Advertisements

    Proteo.
Figlio di Oceano, per gli antichi il vecchio del mare, mare che il Dio solcava su un carro trainato da creature marine, metà cavalli e metà pesci.
Custode delle foche del Dio Poseidone, veggente, ma restio al vaticinio, che rifuggiva mutando il suo aspetto.
Sua prerogativa e fortuna, dunque, potersi sottrarre a falsi poeti e veri imbecilli, trasformandosi.
Suo lascito all'uomo, il poter essere proteiforme.
Ed infatti, in piazze di mutevole geometria, siti di incongruenti mercati e di gallerie senza treni, uomini di impalpabile identificazione cercano, in inconfessabili profili webici, di spacciarsi per poeti, potendo essere null'altro che tristi guardiani di foche di peluche.
Così anche Acheronte, da mormorante fiume sotterraneo dell'Ade, si trasforma in fiume del silenzio e percorrerà l'alveo fino a che la parola potrà ritrovare il suo suono.
Testo© di AdeAcheronte©.
#adeacheronte #respiropoetico

    Proteo.
    Figlio di Oceano, per gli antichi il vecchio del mare, mare che il Dio solcava su un carro trainato da creature marine, metà cavalli e metà pesci.
    Custode delle foche del Dio Poseidone, veggente, ma restio al vaticinio, che rifuggiva mutando il suo aspetto.
    Sua prerogativa e fortuna, dunque, potersi sottrarre a falsi poeti e veri imbecilli, trasformandosi.
    Suo lascito all'uomo, il poter essere proteiforme.
    Ed infatti, in piazze di mutevole geometria, siti di incongruenti mercati e di gallerie senza treni, uomini di impalpabile identificazione cercano, in inconfessabili profili webici, di spacciarsi per poeti, potendo essere null'altro che tristi guardiani di foche di peluche.
    Così anche Acheronte, da mormorante fiume sotterraneo dell'Ade, si trasforma in fiume del silenzio e percorrerà l'alveo fino a che la parola potrà ritrovare il suo suono.
    Testo© di AdeAcheronte©.
    #adeacheronte #respiropoetico

    87 6 22 June, 2019

Advertisements

    Aaaah le pèsche! Deliziose drupe che addolciscono e rinfrescano le nostre estati.
IL pesco (Prunus persica) è un albero originario della Cina, diffusosi poi in Persia, e successivamente in Europa. 
Si pensa che fu il grande Alessandro Magno a contribuire alla sua diffusione in tutto il bacino del Mar Mediterraneo. Infatti, secondo lo scrittore romano Rutilio Tauro Emiliano Palladio (nell'Opus agricolturae), sembra che Alessandro se ne fosse innamorato quando ne vide uno per la prima volta nei meravigliosi giardini privati di re Dario III, durante la grande spedizione contro la Persia.
Il re Dario III dovette darsela a gambe dopo la strepitosa vittoria di Alessandro nella Battaglia di Isso, in Turchia (5 novembre 333 a. C.), lasciando così, nelle mani del macedone, la sua famiglia, il tesoro imperiale e il controllo della parte meridionale dell'Asia Minore.
Alessandro portò poi il pesco in Grecia e in Egitto per incoronare i vincitori con i suoi rami. 
Il nome della specie è dato quindi dalla sua provenienza "dalla Persia", infatti viene ancora oggi ripreso in molti dialetti come per esempio nel siciliano "piersica o piessicu", o nel romanesco "persica". E voi, come chiamate la pésca nel vostro dialetto? Scrivetelo nei commenti indicando la regione ed eventualmente anche la provincia.

Ricordandovi che c'è sempre una storia dietro ogni cosa, se il post vi è piaciuto, lasciate un like e condividetelo nelle stories per farlo conoscere ai vostri amici! Se non lo farete vi vorrò bene comunque (ma di meno!).
Immagine= masaico della Battaglia di Isso, conservato al museo archeologico nazionale di Napoli.

    Aaaah le pèsche! Deliziose drupe che addolciscono e rinfrescano le nostre estati.
    IL pesco (Prunus persica) è un albero originario della Cina, diffusosi poi in Persia, e successivamente in Europa.
    Si pensa che fu il grande Alessandro Magno a contribuire alla sua diffusione in tutto il bacino del Mar Mediterraneo. Infatti, secondo lo scrittore romano Rutilio Tauro Emiliano Palladio (nell'Opus agricolturae), sembra che Alessandro se ne fosse innamorato quando ne vide uno per la prima volta nei meravigliosi giardini privati di re Dario III, durante la grande spedizione contro la Persia.
    Il re Dario III dovette darsela a gambe dopo la strepitosa vittoria di Alessandro nella Battaglia di Isso, in Turchia (5 novembre 333 a. C.), lasciando così, nelle mani del macedone, la sua famiglia, il tesoro imperiale e il controllo della parte meridionale dell'Asia Minore.
    Alessandro portò poi il pesco in Grecia e in Egitto per incoronare i vincitori con i suoi rami.
    Il nome della specie è dato quindi dalla sua provenienza "dalla Persia", infatti viene ancora oggi ripreso in molti dialetti come per esempio nel siciliano "piersica o piessicu", o nel romanesco "persica". E voi, come chiamate la pésca nel vostro dialetto? Scrivetelo nei commenti indicando la regione ed eventualmente anche la provincia.

    Ricordandovi che c'è sempre una storia dietro ogni cosa, se il post vi è piaciuto, lasciate un like e condividetelo nelle stories per farlo conoscere ai vostri amici! Se non lo farete vi vorrò bene comunque (ma di meno!).
    Immagine= masaico della Battaglia di Isso, conservato al museo archeologico nazionale di Napoli.

    460 21 19 June, 2019
    Oggi parliamo di un soggetto, è se dico saggetto intendo 40 pagine. Nonostante l'esigua lunghezza del testo credo che sia una lettura davvero interessante. Si parla del valore che la morte aveva nella Grecia antica e quindi, per estensione, il valore della morte eroica in tutta la letteratura occidentale che si è formata dopo per imitazione o scarto da quella classica. Lo studio è acutissimo e l'idea di base è che per la società greca la morte eroica era da accettare con gioia perché solo quello era il modo di divenire immortali: morire giovani, forti e belli era l'unico modo per svincolarsi dal tempo e non subirne le cause, e quindi rimanere forti e belli per sempre. Il libro è edito da @ilnuovomelangolo e vale assolutamente la pena di leggerlo, non solo per capire i classici, ma anche i nostri contemporanei.

#letteratura #libri #leggere #bookstagram #instagood #arte #scrivere  #poesia #picoftheday #reading

    Oggi parliamo di un soggetto, è se dico saggetto intendo 40 pagine. Nonostante l'esigua lunghezza del testo credo che sia una lettura davvero interessante. Si parla del valore che la morte aveva nella Grecia antica e quindi, per estensione, il valore della morte eroica in tutta la letteratura occidentale che si è formata dopo per imitazione o scarto da quella classica. Lo studio è acutissimo e l'idea di base è che per la società greca la morte eroica era da accettare con gioia perché solo quello era il modo di divenire immortali: morire giovani, forti e belli era l'unico modo per svincolarsi dal tempo e non subirne le cause, e quindi rimanere forti e belli per sempre. Il libro è edito da @ilnuovomelangolo e vale assolutamente la pena di leggerlo, non solo per capire i classici, ma anche i nostri contemporanei.

    #letteratura #libri #leggere #bookstagram #instagood #arte #scrivere #poesia #picoftheday #reading

    115 2 19 June, 2019
    ___DEI___pt.94
Fontana di Diana e Atteone

La tentazione per Atteone fu troppo forte. Piuttosto che farsi guidare dal buon senso e andar via, lasciando le donne alla loro intimità, non poté resistere.Diana, accortasi della sua presenza e adirata per essere stata furtivamente osservata, con gesto repentino spruzzò dell’acqua sul volto dell’uomo. Immediatamente il povero Atteone venne tramutato in un cervo, così non avrebbe mai potuto raccontare ciò che aveva visto.
Mai provocare l’ira degli dei!
•
•
•
#miti #leggende #dei #anticagrecia #reggiadicaserta #cascatareggiadicaserta #fontane #cultura #arte

    ___DEI___pt.94
    Fontana di Diana e Atteone

    La tentazione per Atteone fu troppo forte. Piuttosto che farsi guidare dal buon senso e andar via, lasciando le donne alla loro intimità, non poté resistere.Diana, accortasi della sua presenza e adirata per essere stata furtivamente osservata, con gesto repentino spruzzò dell’acqua sul volto dell’uomo. Immediatamente il povero Atteone venne tramutato in un cervo, così non avrebbe mai potuto raccontare ciò che aveva visto.
    Mai provocare l’ira degli dei!



    #miti #leggende #dei #anticagrecia #reggiadicaserta #cascatareggiadicaserta #fontane #cultura #arte

    19 0 17 June, 2019

Top #anticagrecia posts

Advertisements

    Ciao ragazzi 😁
In molti ci avete confessato di non conoscere il sito archeologico di Olimpia, luogo in cui sono nate le prime olimpiadi! Abbiamo così deciso di dedicare a questo luogo qualche foto per farvelo scoprire il più possibile.🏛
Noi siamo stati qui 2 volte: la prima 6 anni fa, proprio agli inizi della nostra pazza storia d'amore. 😍L’idea di essere i "Fatti di Viaggi" aleggiava già nell'aria. Questa idea non aveva alcun tratto delineato ma era qualcosa di cui sentivamo il bisogno. Più di 6 anni fa erano poche le pagine dedicate al travel quindi nessuno ci aveva ispirato o era stato il nostro punto di riferimento. 
Tutt'ora cerchiamo di non seguire troppo ciò che fanno gli altri perché questo aiuta a restare autentici. In quegli anni sapevamo solo in cuor nostro di dover prendere questa strada, è stato un percorso lungo ma davvero spontaneo, quasi come se il destino volesse a tutti i costi questo per noi. Anche senza pagine credeteci, eravamo già piccoli esploratori con tanta voglia di scoprire il mondo e anche tanta fame, proprio come ora. 😂
Ci faceva piacere condividere con voi questa pillola per farci conoscere sempre meglio, vi piacererebbe sapere più cose di noi e su come è nato “Fatti di Viaggi”? 🧡
.
.
#olimpia#katakolon#olimpiadi#grecia#greece#anticagrecia#archeology#storia#monument#travelblogger#travelcouplelife#travelcouples#travelblog#travelvloggers#lanostrastoria#amore#couplestravelgoals#traveller#viaggiare#viaggio#viaggiando#fattidiviaggi#travelcaptures#youngtraveler#bestcouple#travelbloggeritalia

    Ciao ragazzi 😁
    In molti ci avete confessato di non conoscere il sito archeologico di Olimpia, luogo in cui sono nate le prime olimpiadi! Abbiamo così deciso di dedicare a questo luogo qualche foto per farvelo scoprire il più possibile.🏛
    Noi siamo stati qui 2 volte: la prima 6 anni fa, proprio agli inizi della nostra pazza storia d'amore. 😍L’idea di essere i "Fatti di Viaggi" aleggiava già nell'aria. Questa idea non aveva alcun tratto delineato ma era qualcosa di cui sentivamo il bisogno. Più di 6 anni fa erano poche le pagine dedicate al travel quindi nessuno ci aveva ispirato o era stato il nostro punto di riferimento.
    Tutt'ora cerchiamo di non seguire troppo ciò che fanno gli altri perché questo aiuta a restare autentici. In quegli anni sapevamo solo in cuor nostro di dover prendere questa strada, è stato un percorso lungo ma davvero spontaneo, quasi come se il destino volesse a tutti i costi questo per noi. Anche senza pagine credeteci, eravamo già piccoli esploratori con tanta voglia di scoprire il mondo e anche tanta fame, proprio come ora. 😂
    Ci faceva piacere condividere con voi questa pillola per farci conoscere sempre meglio, vi piacererebbe sapere più cose di noi e su come è nato “Fatti di Viaggi”? 🧡
    .
    .
    #olimpia #katakolon #olimpiadi #grecia #greece #anticagrecia #archeology #storia #monument #travelblogger #travelcouplelife #travelcouples #travelblog #travelvloggers #lanostrastoria #amore #couplestravelgoals #traveller #viaggiare #viaggio #viaggiando #fattidiviaggi #travelcaptures #youngtraveler #bestcouple #travelbloggeritalia

    1,000 50 16 May, 2019

Advertisements

Advertisements