#PerLaVitaDegliAltri Instagram Photos & Videos

PerLaVitaDegliAltri - 1.6k posts

Advertisements

Advertisements

    In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Ascoltate un’altra parabola: c’era un uomo che possedeva un terreno e vi piantò una vigna. La circondò con una siepe, vi scavò una buca per il torchio e costruì una torre. La diede in affitto a dei contadini e se ne andò lontano. 
Quando arrivò il tempo di raccogliere i frutti, mandò i suoi servi dai contadini a ritirare il raccolto. Ma i contadini presero i servi e uno lo bastonarono, un altro lo uccisero, un altro lo lapidarono. Mandò di nuovo altri servi, più numerosi dei primi, ma li trattarono allo stesso modo. 
Da ultimo mandò loro il proprio figlio dicendo: “Avranno rispetto per mio figlio!”. Ma i contadini, visto il figlio, dissero tra loro: “Costui è l’erede. Su, uccidiamolo e avremo noi la sua eredità!”. Lo presero, lo cacciarono fuori dalla vigna e lo uccisero. 
Quando verrà dunque il padrone della vigna, che cosa farà a quei contadini?». Gli risposero: «Quei malvagi, li farà morire miseramente e darà in affitto la vigna ad altri contadini, che gli consegneranno i frutti a suo tempo». E Gesù disse loro: «Non avete mai letto nelle Scritture:
“La pietra che i costruttori hanno scartato
è diventata la pietra d’angolo;
questo è stato fatto dal Signore
ed è una meraviglia ai nostri occhi”?
Perciò io vi dico: a voi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che ne produca i frutti».
Udite queste parabole, i capi dei sacerdoti e i farisei capirono che parlava di loro. Cercavano di catturarlo, ma ebbero paura della folla, perché lo considerava un profeta. #perlavitadeglialtri

    In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Ascoltate un’altra parabola: c’era un uomo che possedeva un terreno e vi piantò una vigna. La circondò con una siepe, vi scavò una buca per il torchio e costruì una torre. La diede in affitto a dei contadini e se ne andò lontano.
    Quando arrivò il tempo di raccogliere i frutti, mandò i suoi servi dai contadini a ritirare il raccolto. Ma i contadini presero i servi e uno lo bastonarono, un altro lo uccisero, un altro lo lapidarono. Mandò di nuovo altri servi, più numerosi dei primi, ma li trattarono allo stesso modo.
    Da ultimo mandò loro il proprio figlio dicendo: “Avranno rispetto per mio figlio!”. Ma i contadini, visto il figlio, dissero tra loro: “Costui è l’erede. Su, uccidiamolo e avremo noi la sua eredità!”. Lo presero, lo cacciarono fuori dalla vigna e lo uccisero.
    Quando verrà dunque il padrone della vigna, che cosa farà a quei contadini?». Gli risposero: «Quei malvagi, li farà morire miseramente e darà in affitto la vigna ad altri contadini, che gli consegneranno i frutti a suo tempo». E Gesù disse loro: «Non avete mai letto nelle Scritture:
    “La pietra che i costruttori hanno scartato
    è diventata la pietra d’angolo;
    questo è stato fatto dal Signore
    ed è una meraviglia ai nostri occhi”?
    Perciò io vi dico: a voi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che ne produca i frutti».
    Udite queste parabole, i capi dei sacerdoti e i farisei capirono che parlava di loro. Cercavano di catturarlo, ma ebbero paura della folla, perché lo considerava un profeta. #perlavitadeglialtri

    22 0 22 March, 2019

Advertisements

    In quel tempo, mentre saliva a Gerusalemme, Gesù prese in disparte i dodici discepoli e lungo il cammino disse loro: «Ecco, noi saliamo a Gerusalemme e il Figlio dell’uomo sarà consegnato ai capi dei sacerdoti e agli scribi; lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani perché venga deriso e flagellato e crocifisso, e il terzo giorno risorgerà».
Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli e si prostrò per chiedergli qualcosa. Egli le disse: «Che cosa vuoi?». Gli rispose: «Di’ che questi miei due figli siedano uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno». Rispose Gesù: «Voi non sapete quello che chiedete. Potete bere il calice che io sto per bere?». Gli dicono: «Lo possiamo». Ed egli disse loro: «Il mio calice, lo berrete; però sedere alla mia destra e alla mia sinistra non sta a me concederlo: è per coloro per i quali il Padre mio lo ha preparato».
Gli altri dieci, avendo sentito, si sdegnarono con i due fratelli. Ma Gesù li chiamò a sé e disse: «Voi sapete che i governanti delle nazioni dòminano su di esse e i capi le opprimono. Tra voi non sarà così; ma chi vuole diventare grande tra voi, sarà vostro servitore e chi vuole essere il primo tra voi, sarà vostro schiavo. Come il Figlio dell’uomo, che non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti».
#perlavitadeglialtri

    In quel tempo, mentre saliva a Gerusalemme, Gesù prese in disparte i dodici discepoli e lungo il cammino disse loro: «Ecco, noi saliamo a Gerusalemme e il Figlio dell’uomo sarà consegnato ai capi dei sacerdoti e agli scribi; lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani perché venga deriso e flagellato e crocifisso, e il terzo giorno risorgerà».
    Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli e si prostrò per chiedergli qualcosa. Egli le disse: «Che cosa vuoi?». Gli rispose: «Di’ che questi miei due figli siedano uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno». Rispose Gesù: «Voi non sapete quello che chiedete. Potete bere il calice che io sto per bere?». Gli dicono: «Lo possiamo». Ed egli disse loro: «Il mio calice, lo berrete; però sedere alla mia destra e alla mia sinistra non sta a me concederlo: è per coloro per i quali il Padre mio lo ha preparato».
    Gli altri dieci, avendo sentito, si sdegnarono con i due fratelli. Ma Gesù li chiamò a sé e disse: «Voi sapete che i governanti delle nazioni dòminano su di esse e i capi le opprimono. Tra voi non sarà così; ma chi vuole diventare grande tra voi, sarà vostro servitore e chi vuole essere il primo tra voi, sarà vostro schiavo. Come il Figlio dell’uomo, che non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti».
    #perlavitadeglialtri

    23 0 20 March, 2019
    Il messaggio del Rettor Maggiore ai giovani del Movimento Giovanile Salesiano Italia, durante un incontro della Consulta Nazionale a Mestre!

#MGSItalia
#PerLaVitaDegliAltri

    Il messaggio del Rettor Maggiore ai giovani del Movimento Giovanile Salesiano Italia, durante un incontro della Consulta Nazionale a Mestre!

    #MGSItalia
    #PerLaVitaDegliAltri

    133 1 19 March, 2019

Advertisements

    I genitori di Gesù si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa. Ma, trascorsi i giorni, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendo che egli fosse nella comitiva, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti; non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme. 
Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai maestri, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l’udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte. 
Al vederlo restarono stupiti, e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro.
Scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso. #perlavitadeglialtri

    I genitori di Gesù si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa. Ma, trascorsi i giorni, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendo che egli fosse nella comitiva, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti; non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme.
    Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai maestri, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l’udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte.
    Al vederlo restarono stupiti, e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro.
    Scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso. #perlavitadeglialtri

    31 0 19 March, 2019
    Quaresima d'arte - II domenica di Quaresima "Mentre pregava, il suo volto cambiò d’aspetto e la sua veste divenne candida e sfolgorante. Ed ecco, due uomini conversavano con lui: erano Mosè ed Elia, apparsi nella gloria, e parlavano del suo esodo, che stava per compiersi a Gerusalemme." L’episodio della Trasfigurazione ci indica un passaggio fondamentale: solo attraverso la sofferenza, “un passaggio necessario ma transitorio” dice il Papa, si può arrivare alla Salvezza.
Questo passaggio può essere rintracciato in “No. 9 (White and Black on Wine)” del 1958 di Mark Rothko, che con le sue tipiche strisce di colore sulla tela suscita atmosfere quasi immateriali, perché quello che accade al nostro sguardo quando osserviamo questa opera è quello che succede a Pietro, Giovanni e Giacomo quando salgono sul monte: a primo impatto notiamo il bianco, come gli apostoli che si svegliano e notano Gesù nella "candida veste", quindi è un bianco che indica la Resurrezione, la Bellezza di Dio. In un secondo momento l'occhio nota anche il rosso e il nero, colori della Passione e della Morte, quello che non notano i discepoli sul monte, "Egli non sapeva quello che diceva". #MGSItalia
#PerLaVitaDegliAltri
#Quaresimadarte

    Quaresima d'arte - II domenica di Quaresima "Mentre pregava, il suo volto cambiò d’aspetto e la sua veste divenne candida e sfolgorante. Ed ecco, due uomini conversavano con lui: erano Mosè ed Elia, apparsi nella gloria, e parlavano del suo esodo, che stava per compiersi a Gerusalemme." L’episodio della Trasfigurazione ci indica un passaggio fondamentale: solo attraverso la sofferenza, “un passaggio necessario ma transitorio” dice il Papa, si può arrivare alla Salvezza.
    Questo passaggio può essere rintracciato in “No. 9 (White and Black on Wine)” del 1958 di Mark Rothko, che con le sue tipiche strisce di colore sulla tela suscita atmosfere quasi immateriali, perché quello che accade al nostro sguardo quando osserviamo questa opera è quello che succede a Pietro, Giovanni e Giacomo quando salgono sul monte: a primo impatto notiamo il bianco, come gli apostoli che si svegliano e notano Gesù nella "candida veste", quindi è un bianco che indica la Resurrezione, la Bellezza di Dio. In un secondo momento l'occhio nota anche il rosso e il nero, colori della Passione e della Morte, quello che non notano i discepoli sul monte, "Egli non sapeva quello che diceva". #MGSItalia
    #PerLaVitaDegliAltri
    #Quaresimadarte

    50 2 18 March, 2019

Advertisements

    •
Questa sera alle ore 20:00 
la Recita del Santo Rosario 
e a seguire alle ore 21:00 
Intrattenimento con musica e giochi.

L’invito è aperto a tutti i facenti parte 
della Famiglia Salesiana di Gela. 😊

#salesianigela #iosonounamissione #perlavitadeglialtri


    Questa sera alle ore 20:00
    la Recita del Santo Rosario
    e a seguire alle ore 21:00
    Intrattenimento con musica e giochi.

    L’invito è aperto a tutti i facenti parte
    della Famiglia Salesiana di Gela. 😊

    #salesianigela #iosonounamissione #perlavitadeglialtri

    32 0 18 March, 2019
    prima Festa dei Ragazzi a Jesolo per gli ADS di Cornedo
17 marzo 2019
#perlavitadeglialtri

    prima Festa dei Ragazzi a Jesolo per gli ADS di Cornedo
    17 marzo 2019
    #perlavitadeglialtri

    33 0 18 March, 2019
    «E tu sei felice?
Come scegli di guardare la tua vita? In superficialità o autenticamente?»
Oggi il gruppo del catechismo medie ha partecipato alla festa dei ragazzi a Jesolo. Oltre a molta sabbia, si portano a casa molte domande da coltivare ogni giorno 🌱❓🌱
#FdR2019 #EJ2019 Io Sono Una Missione #Perlavitadeglialtri ✨ •• E dalla nube uscì una voce, che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’eletto; ascoltatelo!». Lc 9,28-36 ••

    «E tu sei felice?
    Come scegli di guardare la tua vita? In superficialità o autenticamente?»
    Oggi il gruppo del catechismo medie ha partecipato alla festa dei ragazzi a Jesolo. Oltre a molta sabbia, si portano a casa molte domande da coltivare ogni giorno 🌱❓🌱
    #FdR2019 #EJ2019 Io Sono Una Missione #Perlavitadeglialtri ✨ •• E dalla nube uscì una voce, che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’eletto; ascoltatelo!». Lc 9,28-36 ••

    42 1 17 March, 2019
    Tanti ospiti alla Festa dei Ragazzi quest'anno! 🤩

Abbiamo avuto piacere di avere con noi dei ragazzi rappresentanti tutte le regioni del MGS Italia! Ne abbiamo approfittato per fargli una domanda! 🎤

#EJ2019 #Perlavitadeglialtri #FdR2019 #EventiJesolo2019

    Tanti ospiti alla Festa dei Ragazzi quest'anno! 🤩

    Abbiamo avuto piacere di avere con noi dei ragazzi rappresentanti tutte le regioni del MGS Italia! Ne abbiamo approfittato per fargli una domanda! 🎤

    #EJ2019 #Perlavitadeglialtri #FdR2019 #EventiJesolo2019

    182 1 17 March, 2019
    II Domenica di Quaresima: "Tutti abbiamo il nostro Tabor, quel posto speciale in cui arriviamo oppressi dalle fatiche per poi cambiare la nostra espressione, specchio profondo dell'anima nostra, e finire per esclamare che 《è bello per noi stare qui》.
Quel posto che vorremo condividere con chi amiamo.
Alla presenza silenziosa e luminosa del Creatore con le sue creature, alleggerendosi dal peso della Terra. Lo sapete come si chiama il cosiddetto "monte dell'Infinito" leopardiano a Recanati? Tabor. Ma per veder trasfigurarsi l'infinito bisogna prima trasfigurarci noi. Questo avviene capendo che bisogna prima scendere dal Tabor per risalire l’altra montagna del Calvario.
Capito questo, potremmo piantare infine le nostre tende: avremo raggiunto la luce!"
A. D'Avenia
#spaziomgs #perlavitadeglialtri

    II Domenica di Quaresima: "Tutti abbiamo il nostro Tabor, quel posto speciale in cui arriviamo oppressi dalle fatiche per poi cambiare la nostra espressione, specchio profondo dell'anima nostra, e finire per esclamare che 《è bello per noi stare qui》.
    Quel posto che vorremo condividere con chi amiamo.
    Alla presenza silenziosa e luminosa del Creatore con le sue creature, alleggerendosi dal peso della Terra. Lo sapete come si chiama il cosiddetto "monte dell'Infinito" leopardiano a Recanati? Tabor. Ma per veder trasfigurarsi l'infinito bisogna prima trasfigurarci noi. Questo avviene capendo che bisogna prima scendere dal Tabor per risalire l’altra montagna del Calvario.
    Capito questo, potremmo piantare infine le nostre tende: avremo raggiunto la luce!"
    A. D'Avenia
    #spaziomgs #perlavitadeglialtri

    46 0 17 March, 2019

Top #PerLaVitaDegliAltri posts

Advertisements

Advertisements

    La classe 1 Grafici A dell'ISSM:
"This is me: questo sono io! Questa è la mia voglia di vivere e di scegliere ogni giorno di costruire qualcosa di grande!"
#perlavitadeglialtri
#festadellescuole2019

    La classe 1 Grafici A dell'ISSM:
    "This is me: questo sono io! Questa è la mia voglia di vivere e di scegliere ogni giorno di costruire qualcosa di grande!"
    #perlavitadeglialtri
    #festadellescuole2019

    232 0 13 March, 2019

Advertisements

    .
IL NOSTRO SAN MARTINO ALTERNATIVO:
PRIMA FESTA DALL'AMICIZIA 2018!
FESTA DI UNICA GRANDE FAMIGLIA!

Grazie Signore per questa splendida giornata!
Grazie per le nuove amicizie!
Grazie perché ci fai sperimentare la bellezza della semplicità!
Grazie perché ci rendi testimoni del Tuo Amore!
GRAZIE PERCHè NEL TUO NOME TUTTO è POSSIBILE!

Grazie alla Croce Rossa Italiana - Comitato di Gela Onlus 
che ha creduto in noi e ci ha permesso tutto questo
e al mitico animatore Denny Smecca nella veste di Payasito Corino 
UN GRAZIE A QUANTI HANNO CONTRIBUITO (adulti, ragazzi, giovani, animatori e famiglie)
ALLA BUONA RIUSCITA DELLA GIORNATA
(Giochi, accoglienza, addobbi, animazione, cibo, dolci, pulizie, coro, mixer e audio, .... e potrei continuare) ... ALLA PROSSIMA!

#festadellamicizia #salesianigela #salesianisicilia #sanmartino #iosonounamissione #perlavitadeglialtri #nessunoescluso #inclusione

    .
    IL NOSTRO SAN MARTINO ALTERNATIVO:
    PRIMA FESTA DALL'AMICIZIA 2018!
    FESTA DI UNICA GRANDE FAMIGLIA!

    Grazie Signore per questa splendida giornata!
    Grazie per le nuove amicizie!
    Grazie perché ci fai sperimentare la bellezza della semplicità!
    Grazie perché ci rendi testimoni del Tuo Amore!
    GRAZIE PERCHè NEL TUO NOME TUTTO è POSSIBILE!

    Grazie alla Croce Rossa Italiana - Comitato di Gela Onlus
    che ha creduto in noi e ci ha permesso tutto questo
    e al mitico animatore Denny Smecca nella veste di Payasito Corino
    UN GRAZIE A QUANTI HANNO CONTRIBUITO (adulti, ragazzi, giovani, animatori e famiglie)
    ALLA BUONA RIUSCITA DELLA GIORNATA
    (Giochi, accoglienza, addobbi, animazione, cibo, dolci, pulizie, coro, mixer e audio, .... e potrei continuare) ... ALLA PROSSIMA!

    #festadellamicizia #salesianigela #salesianisicilia #sanmartino #iosonounamissione #perlavitadeglialtri #nessunoescluso #inclusione

    148 2 11 November, 2018